logo
Inps: minori titolari d’indennità di accompagnamento o di comunicazione

L’Inps, con il messaggio n. 7382 del 1° ottobre 2014, fornisce ulteriori indicazioni (vedere anche messaggio n. 6512 dell’8 agosto 2014) riguardanti i minori titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione nonché quelli rientranti nelle previsioni di cui al DM 2 agosto 2007, inclusi i soggetti affetti da sindrome da talidomide o da sindrome di Down.
Premesso che l’erogazione dell’indennità non cessa al raggiungimento della maggiore età, le nuove disposizioni normative stabiliscono ora, per i minori già titolari di tali prestazioni, al raggiungimento della maggiore età il diritto alle seguenti prestazioni:
–      pensione di inabilità a favore dei cittadini maggiorenni totalmente inabili;
–      pensione non riversibile a favore dei cittadini maggiorenni ciechi assoluti;
–      pensione non riversibile a favore dei cittadini maggiorenni sordi.
Inoltre, per effetto delle modificazioni apportate in sede di conversione, non è più necessaria la previa presentazione della domanda in via amministrativa.
Per ulteriori informazioni si possono ottenere rivolgendosi alle sedi del patronato Inca dislocate su tutto il territorio nazionale.


02/10/2014 08.35