logo

FINALITA’:


II cambiamenti avvenuti in questi ultimi anni nel campo della medicina legale sociale (per esempio l’ingresso dell’INPS dal 1° gennaio 2010 nell’accertamento e nel controllo dell’invalidità civile) e nel campo della medicina legale del lavoro (dopo l’introduzione della valutazione del danno biologico anche in ambito INAIL con il DL 38/00) hanno reso e rendono certamente più complesso il compito della tutela dei diritti dei cittadini e dei lavoratori. 
Da qui è nata l’esigenza per i consulenti medici Inca di creare momenti di incontro, di riflessione e di scambio di esperienze su problemi tecnici di carattere generale e anche su casi specifici. 

Il Coordinamento Medico Legale dell’ Inca Lombardia ha istituito dal 2003 un gruppo di lavoro che si confronta e studia i risultati dell’attività svolta: visite mediche presso gli ambulatori INCA, certificazioni, studio e ricerca bibliografica, stesura di pareri medico-legali per attività di precontenzioso e contenzioso, visite collegiali presso Inail ed Inps, partecipazione come consulente tecnico di parte alle operazioni peritali in caso di contenzioso giudiziario. 

Si è così costruito un patrimonio di conoscenze che si va arricchendo nel tempo, avendo come scopo prioritario quello di favorire le conoscenze per valorizzare i successi e ricavare nuovi stimoli dalle sconfitte. La varietà è bellezza e vita : più sguardi diversi su uno stesso fenomeno favoriscono una maggiore conoscenza. A volte però si verifica che a livello amministrativo o giudiziario vengano assunte posizioni antitetiche a fronte di una medesima patologia in lavoratori che svolgono la stessa mansione nello stesso settore lavorativo (o addirittura nella stessa azienda). 

Necessario è allora confrontarsi sui criteri diagnostici utilizzati, sulla valutazione dell’efficienza lesiva di una data esposizione al rischio nella definizione del nesso di causa, sulla metodologia utilizzata per il riconoscimento di una patologia come professionale e sui criteri di valutazione del danno. 

Analoghi comportamenti e necessità si riscontrano anche nel campo della tutela degli infortuni (per esempio sulla definizione di causa violenta in alcune particolari modalità lesive), nel campo dell’invalidità civile, specie in tema di accompagnamento, o dell’invalidità - inabilità INPS. 

Oltre alla discussione di gruppo all’interno del coordinamento si è pensato di chiamare esperti dei vari campi per valutare e approfondire problemi e casi concreti in seminari e corsi di aggiornamento, allo scopo di approfondire un determinato tema e di creare momenti di interesse e discussione. 

I seminari vogliono anche essere uno strumento per instaurare un collegamento più stretto con tutti i colleghi consulenti dell’Inca per favorire comportamenti il più possibile omogenei nelle varie sedi. Il medico di Patronato non si deve infatti sentire un libero professionista isolato ma parte di un gruppo di lavoro con cui si può confrontare per un di più di sapere e di valore.